I 27 Consigli Di Carlos Castaneda

Il ban di un autore

Il pensiero filosofico di umanità si alzò durante un'era quando le relazioni patrimoniali furono successe dalle società di prima classe e gli stati. Le idee filosofiche separate generalizzando molte migliaia esperienza di umanità possono esser trovate in monumenti letterari dell'Egitto Antico, Babilonia Antica. Il più antico è la filosofia che si è alzata nei paesi dell'Oriente Antico: in India, Cina, Egitto e Babilonia.

La lotta per dominazione tra regni introdusse la seconda metà dell'III secolo A.C. a distruzione "Dei regni combattenti" e l'associazione di Cina allo stato centralizzato sotto gli auspici del regno più forte Qin.

Più tardi, a un giro della nostra era, questa classificazione fu aggiunta con ancora quattro "scuole" che, comunque dietro un'eccezione, o "le scuole di eklektik", veramente, non hanno relazione a filosofia di Cina. Scuole sono chiamate per natura di lavoro pubblico del fondatore di scuola, gli altri - per nome il fondatore della dottrina, il terzo - sui principi principali di concetto di questa dottrina.

Altra caratteristica di sviluppo della filosofia cinese è collegato a quella supervisione di scienza naturale degli scienziati cinesi non ha trovato, dietro una piccola eccezione, un'espressione più o meno adeguata in filosofia siccome i filosofi, di regola, non l'hanno pensato necessario di rivolgersi a materiali di scienze naturali. Forse, l'unica eccezione qualcosa come così è la scuola di Mohists e la scuola di rappresentanti di filosofia naturalistici che, comunque, dopo che l'era di Zhou ha fermato l'esistenza.

Molte immagini mitologiche passano nei trattati filosofici ultimi. I filosofi che vivono nel V-III secolo A.C. spesso si rivolgono a miti per dimostrare i concetti di asse vera e le norme del comportamento corretto della persona. Nello stesso momento i Confuciani effettuano un istorization di miti, demythologization di appezzamenti e immagini di miti antichi. "Istorization di miti che consistono in aspirazione a umanizzare le azioni di tutti i caratteri mitici è stato il compito principale di Confuciani. Cercando di concordare leggende mitiche con dogmi della dottrina, i Confuciani hanno lavorato molto per trasformare spiriti nella gente e per miti e leggende per trovare una spiegazione razionale. Quindi il mito è diventato la parte di storia tradizionale". I miti razionalizzati diventano la parte di idee filosofiche, dottrine e caratteri di miti - le cifre storiche usate per il sermone della dottrina confuciana.

Confucius ha detto che "tutto è originariamente deciso anticipatamente da destino e qui niente non può né esser abbassato, né aggiungere" ("Mo-tszy"", Contro Confuciani", h. II). Confucius ha detto che il marito nobile deve sentire la paura di destino divino, e perfino ha accentuato: "Chi non riconosce il destino, che non può esser considerato come il marito nobile".

Nello stesso momento la storia di formazione e sviluppo di filosofia è indissolubilmente collegata con lotta di classe in società, riflette questa lotta. L'opposizione di idee filosofiche ha riflesso la lotta di varie classi in società, la lotta tra forze di progresso e reazione, attaccandosi a tutta la consacrazione vecchia con autorità di tradizione, inviolabilità ed eternità della dominazione. Finalmente le collisioni di viste e i punti di vista si sono sviluppate in lotta di due direzioni principali in filosofia - materialistico e idealistico - a un po' di comprensione e profondità di espressione di queste direzioni.

I "Veda" che letteralmente significano in traduzione da una "conoscenza sanscrita, il mantenimento" sono stati il primo monumento a pensiero a indiani antichi. Il Veda, essendosi alzato tra il secondo e primo millennio fino alla nostra era, giocò il ruolo enorme, definente in sviluppo di cultura spirituale di società indiana Vecchia, compreso sviluppo di pensiero filosofico.